23/09/2016
CAMP ARENA. COME NASCE LA NUOVA DIFESA


Presentato, alla Casa del'Aviatore a Roma, su iniziativa del Cesma, il Centro Studi Militari Aeronautici, il volume di Francesco Butini- con prefazione del ministro della Difesa, sen. Roberta Pinotti, proprio nei giorni scorsi in visita alla base, come si vede nella foto - sulla missione a Herat dei reparti logistici dell’Aeronautica Militare. Un'occasione importante per riflettere sul nuovo ruolo assunto dai reparti operativi nelle missioni di stabilizzazione, analizzando anche le molteplici chiavi interpretative militari e politiche che le missioni all'estero hanno posto sia allo strumento militare che alla politica e al Parlamento. Un impegno ed un'esperienza ormai più che decennale, era infatti il 2005 quando l'avventura iniziò. Nel volume, soprattutto, le voci dei protagonisti diretti, i militari inviati laggiù. La prima chiave di analisi è in questa considerazione: nella Storia, antica come contemporanea, “conquistare” si è sempre dimostrato più facile che “mantenere”. Dal giugno 2005 quando l’Italia ha assunto il comando della regione di Herat, la scolarità è aumentata del 40%, l’accesso alle cure sanitarie sfiora il 75%. Oggi esistono e sono perfettamente operativi un ospedale pediatrico, e un aeroporto internazionale. Il libro lega, intorno all’impresa della realizzazione di “Camp Arena”, le vicende afghane, le esperienze umane dei militari italiani, e il sottostante processo decisionale nazionale a livello parlamentare. (Roberto Mostarda)